Mancata precedenza 

​Colma d’insofferenza circondata dall’indifferenza. 

Mi nutro della tua assenza,  non mi credere ma sei dipendenza.  

Ripenso alla sequenza di questa imprudenza.  Gli occhi pieni di innocenza,  le mani in cerca di indecenza.  

E mi faccio lenza,  mi metto in penitenza.  

Cosa volta dire che non ci può essere partenza? 

Non mi giurare che ci sarà presenza. 

Ho la testa in pendenza,  nelle orecchie batte la tua frequenza.  

E guardo il mondo in decadenza , mi sento senza appartenenza e voglio credere che qualcuno lassù abbia clemenza. 

Siamo solo anime disadatte all’obbedienza. 

Anime in corsa che non danno precedenza.

Annina Botta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...